Categorie
Esperienza

Tra il gioco e il coraggio all’azione

Al gioco della vita siamo stati invitati non avendo ricevuto le regole. Ci siamo improvvisati, trovandoci più dalla parte degli esploratori che dei giocatori. Imparando a nostre spese, e spesso confusi o forse ingannati di quali erano le cose buone da quelle meno buone, che andavano fatte. Si badi bene, buone e non buone sta per noi, per la nostra persona, per la nostra esperienza, per il nostro piacere e le necessità di quello specifico momento.

Giuste o sbagliate erano le valutazioni, di giudizio imposto in quanto era da condividere per educazione (senso di colpa) all’educazione che nel tempo abbiamo ricevuto, un po’ da tutti, e da tutto. Ma meglio non dare colpe, né esprimere giudizi verso altri, potremmo infatti molto probabilmente scoprire che anche noi stiamo mantenendo in vita un sistema di scarsa utilità per una vita ricca di gioia e soddisfazioni.

E vale poco giustificarsi se ci si vuole raccontare che se lo facciamo lo facciamo involontariamente, perché, questo è stato vero anche per chi ci ha preceduto un questo compito. E’ quindi forse meglio, semplicemente fare un atto di consapevolezza e poi…

A chi piace considerare la metafora del gioco della vita può risultare naturale cercare delle regole, sempre a chi piace pensare che ci si può assumere la responsabilità delle scelte e della libera conduzione delle azioni.

Se così fosse, per loro, ma anche per chi semplicemente cerca delle spiegazioni per giustificare successivamente ai fatti o ad un periodo di tempo che vuol giudicare, si potrebbe concordare che:

  • con la Cultura, studiando il passato, quanto accaduto, le emozioni che hanno preceduto e caratterizzato certi eventi, è possibile meglio affrontare le sfide del presente e del futuro.
  • Bisogna cercare di essere sempre competenti in quello che si fa, non si può improvvisare e affidarsi alla buona sorte o alla buona volontà. E si acquisisce Competenza con la conoscenza, ma molto anche all’esperienza, specialmente se si esercitano i propri talenti che vanno scoperti ed esplorati. Questo serve per acquisire la confidenza di poter affrontare difficoltà, sfide e obiettivi desiderati da raggiungere.
  • Serve inoltre mantenere forte la Convinzione delle proprie idee dei propri obiettivi da raggiungere, consci che si è in un percorso, e che ad ogni mossa ne seguirà un’altra e che c’è sempre la possibilità, di cambiare direzione e ripartire con nuove azioni che ne faranno succedere altre. Tutto ciò per andare verso quei risultati prima immaginati e poi voluti.
  • E poi è importante avere il Coraggio, occorre si riflettere, ma poi serve il coraggio dell’azione, di decidere. Si sbaglia il 100% delle volte che non si prendono decisioni. In quel caso è il tempo a vincere, trascorre e fa passare oltre ciò che avrebbe potuto accadere. E si arriva a non avere più tempo.
  • Giochiamo, studiamo, esploriamo, proviamo, impariamo, ed alla fine agiamo, porterà senz’altro avanti, il gioco.

Rispondi