La comunicazione: “uno strumento per l’efficienza e la soddisfazione del sistema impresa”

Considerando l’evoluzione del sistema impresa e l’importanza della comunicazione – come strumento atto a strutturare nuovi sistemi di organizzazione in grado di far fronte all’aumentata complessità – possiamo riconoscere che l’individuo ha fatto, più o meno consciamente, grandi passi evolutivi.

Si è resa necessaria una maggior capacità di relazione all’interno delle organizzazioni che si sviluppavano anche grazie alla disponibilità di nuova tecnologia che ha indotto nuovi comportamenti e abitudini.

E’ interessante notare che si è resa necessaria una mobilitazione delle capacità individuali e collettive esistenti all’interno dell’impresa per raggiungere degli obiettivi comuni, svilupparne e proporne altri, in modo tale da poter mantenere una capacità di innovazione sufficiente, creando anche nuove forme di organizzazione.

Se si era creduto di poter rispondere alla complessità con una complessità equivalente dei sistemi di governo, sia nell’impresa che in altre organizzazioni pubbliche, la nuova riflessione sui temi, permette invece di scoprire la molteplicità delle relazioni, delle influenze e delle connessioni di cui è tessuta l’azione collettiva.

Bisognerà fornire sempre più professionalità all’individuo invece di complicare strutture e procedure.

Impresa significa anche ascolto: l’attenzione al quotidiano costituisce una verità assoluta, in quanto è il tentativo di mobilitazione delle risorse umane o di modernizzazione dell’impresa.

L’ascolto è allo stesso tempo la via migliore, e forse l’unica efficace, per superare la paura dell’altro che non favorisce il cambiamento e blocca la volontà innovatrice.

La grande opportunità che si apre alle imprese è la coincidenza tra la richiesta di ascolto e il bisogno di conoscenza, indispensabile per apprendimento collettivo.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: